Vacanze bike-friendly: dove andare?

Ci sono città che stanno facendo dell’attenzione verso i ciclisti urbani il loro fiore all’occhiello, ed altre che invece sembrano sorde alle esigenze dei tanti che scelgono le due ruote a pedali per spostarsi nel perimetro urbano. E se anche in vacanza non si volessero perdere queste buone abitudini, quali città garantiscono la possibilità di essere girate in bicicletta comodamente, senza – come purtroppo nel caso della città eterna che ci ospita – mettere a repentaglio la propria incolumità? Ecco dove andare per delle perfette vacanze bike-friendly.

Copenaghen

Copenaghen

1) COPENAGHEN – La capitale danese è di sicuro la città più bike-friendly del mondo. Oltre la metà dei residenti usa le due ruote a pedali per spostarsi in città, sugli oltre 400 chilometri di piste ciclabili. Qui è possibile pedalare praticamente ovunque con percorsi dedicati, e con scadenza fissata al 2025 la città ha messo in piano di aumentare ancora di più la sicurezza dei ciclisti, riducendo al contempo almeno del 15% i tempi di percorrenza. Lungimiranza, signori!

PRENOTA UN TOUR IN BICI DI COPENAGHEN

2) AMSTERDAM – Il 38% degli spostamenti in città avviene su due ruote a pedali, e quasi i due terzi della popolazione sopra i 12 anni di età prende la bicicletta ogni giorno. Nella città olandese si contano più biciclette che abitanti, adeguatamente supportate da parcheggi dedicati, spesso di dimensioni considerevoli. Spostarsi in giro per l’Olanda sulle due ruote a pedali è sicuro e comodo, anche per la conformazione geografica del territorio.

PRENOTA UN TOUR IN BICI DI AMSTERDAM

Amsterdam

Amsterdam

3) STRASBURGO – Meta meno conosciuta, ma con una grande tradizione ciclistica alle spalle. Pedalare qui è confortevole e più veloce rispetto a ogni altro mezzo. La città ha oltre 500 chilometri di piste ciclabili e un sistema efficiente di bike sharing, pensato e realizzato anche per le esigenze delle famiglie, oltre a un numero considerevole di cargobike. Una città che si propone come esempio per la Francia, se riuscirà a porsi come obiettivo il raggiungimento dei modelli virtuosi di cui abbiamo parlato sopra.

4) MALMÖ – La terza città della Svezia è la principale per ciò che riguarda la voce bike-friendly. L’apertura di un grande parcheggio per bici presso la stazione ferroviaria nel 2013 ha dato il via a una serie costante di investimenti nel settore, e la loro campagna di comunicazione “No ridiculous car trips” è un modello da seguire per tutte le altre città. Aggiungete a tutto ciò l’attenzione alle due ruote nelle infrastrutture cittadine e avrete un quadro di quello che vi aspetta qui.

PRENOTA UN TOUR IN BICI DI MALMÖ

5) SIVIGLIA – Una città che in pochi anni ha visto moltiplicare gli sforzi per promuovere l’uso delle biciclette. Circa 120 chilometri di piste dedicate hanno fatto sì che il numero di spostamenti su due ruote a pedali aumentasse di 11 volte negli ultimi anni. Agli studenti universitari vengono fornite bici per l’anno accademico, e i passeggeri che arrivano alla stazione centrale degli autobus della città possono utilizzare il loro biglietto per prendere in prestito gratuitamente una delle quasi 200 biciclette a noleggio.

PRENOTA UN TOUR IN BICI DI SIVIGLIA

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *