La classifica (semiseria) degli oggetti smarriti in viaggio

Una ricerca inglese ha stabilito che normalmente impegniamo circa dieci minuti del nostro tempo al giorno per cercare oggetti che abbiamo smarrito, e che in media arriviamo a perdere, temporaneamente o no, nove oggetti al giorno. Questo succede nella vita di tutti i giorni, ma quando siamo in partenza per un viaggio e siamo talmente concentrati sulla meta da perdere il contatto con la realtà, o ancora quando allentiamo la pressione e ci stiamo godendo le meritate ferie, quali sono le cose che si perdono più frequentemente? Ecco una classifica (semiseria) degli oggetti smarriti in viaggio.

1) LAPTOP – Al primo posto assoluto di questa classifica svetta il pc portatile, che come oggetto smarrito ha anche un non trascurabile valore, economico e non. Una ricerca del 2012 parlava di qualcosa come 12mila laptop smarriti ogni settimana negli aeroporti del mondo, un numero certamente considerevole, e basta scorrere i dati di alcuni singoli hub per comprendere come dimenticarsi il computer sia tutt’altro che un’esperienza riservata a pochi. Un consiglio? Attaccate con un po’ di nastro un biglietto da visita sul portatile, in caso di smarrimento sarà più facile che veniate contattati dall’operatore aeroportuale che lo avesse trovato.

2) CHIAVI – Una volta appoggiate da qualche parte vengono risucchiate in un buco nero che non ce le fa più trovare… Scherzi a parte, una ricerca del gruppo AccorHotels ha indicato proprio le chiavi come oggetto più smarrito in hotel da parte dei viaggiatori. Le mettiamo in un cassetto per non perderle, ed ecco che nel momento di lasciare la camera non pensiamo a quel gesto fatto qualche giorno prima. Niente di più facile. E stupido…

3) DOCUMENTI – Un altro classico da aeroporto. Svettano infatti nei Lost and Found di tutto il mondo come una delle voci più comunemente presenti fra gli oggetti smarriti. Sarà l’ansia di doverli tenere sempre a portata di mano, saranno tutte le altre ansie correlate alla partenza, ma il documento di identità finisce spesso per smarrirsi in qualche modo.

oggetti smarriti in viaggio

4) TELEFONO – Poteva non essere in classifica? Oggetto smarribile per eccellenza, il telefono è per dimensioni e numero di utilizzi un grande classico delle scene di panico, in aeroporto e non. Se ne perdono una quantità considerevole, sono l’oggetto più dimenticato secondo la catena Marriott a livello internazionale negli hotel del gruppo, e se la battono con i rispettivi caricabatteria, anch’essi spessissimo lasciati nel cassetto del comodino. Ma vogliamo mettere quanto meno doloroso possa essere?

5) MACCHINA FOTOGRAFICA – Sembra incredibile, eppure non sono pochi i viaggiatori che tornano da un viaggio senza la loro macchina fotografica. In questo caso alla smemoratezza di alcuni va aggiunto il fatto che il dato è gonfiato dal numero di macchine che prendono strade autonome a causa della destrezza di qualche ladruncolo. Una ricerca del 2013 indicava proprio loro come oggetto più smarrito in assoluto, oggi che molti fanno le foto con lo smartphone si perdono due oggetti al prezzo di uno!

6) ACCESSORI – In questa categoria rientrano oggetti che ognuno di voi avrà perso almeno una volta nella vita. Gli occhiali da sole (li perde un turista su 4 in media), l’anello tolto dal dito e dimenticato su un lavandino, l’orologio, simbolo principe di quella ossessione per il tempo che per prima ci si vuole lasciare alle spalle quando ci si vuole rilassare in vacanza. Forse non molti fra voi avranno perso dentiere, apparecchi acustici o giochi erotici, eppure sappiate che anche questi oggetti fanno parte della casistica, e vengono spesso dimenticati nelle camere d’albergo di tutto il mondo.

7) BAMBINI – Avevate letto semiseria vero? Eppure un 2% degli intervistati dalla radio CBS Y98 ha confessato all’emittente americana di aver smarrito proprio il loro bambino durante le vacanze. Fortunatamente tutto il campione ha poi dichiarato anche di aver ritrovato i pargoli, ma quante volte sarà anche a voi successo di aver avuto un attacco di panico in vacanza voltandovi senza trovare il vostro bimbo?

8) DIGNITA’ – La posizioniamo all’ultimo posto, ma stando a moltissime statistiche potrebbe tranquillamente rivaleggiare con ognuna delle voci precedenti. Tra incidenti in aeroporto o sugli aeromobili causati dai drink di troppo di qualche viaggiatore (erano 500 l’anno nel 2007, ben 8000 nel 2014, secondo il Guardian) e momenti imbarazzanti di vario genere durante la vacanza, dovuti anche qui a gomiti troppo alzati e al desiderio di mollare qualche freno inibitore, non si contano i casi in cui è proprio la dignità a smarrirsi in viaggio. E questo vale anche per te, che stai per infilare in valigia quella camicia hawaiana che non mettevi dal 1985!

1 reply

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *