Consigli utili per la scelta del posto migliore in aereo

Chi viaggia in low cost sa bene di cosa stiamo parlando. La scena è fantozziana, fatta di sguardi truci e gomiti alti. Manca solo il cacciavite per rigare le valigie altrui, ma per il resto l’esempio rende bene l’idea. Si perché la scelta del posto migliore in aereo passa (almeno per alcuni) anche per quella corsa che molti fanno nel tunnel che porta all’aeromobile, con sorpassi a destra, sberleffi e ringhi più o meno sommessi, come se il fatto di affacciarsi per primi in cabina fosse l’unica cosa che conta. Ma è davvero così? E quali possono essere i consigli utili per rendere la scelta meno dolorosa possibile? Consapevoli dell’impossibilità di coprire tutto il ventaglio della possibile casistica, ecco qualche indicazione che potrebbe rivelarsi utile.

CHI PRIMO ARRIVA MEGLIO ALLOGGIA? Non sempre è così. Se è vero infatti che avere la scelta più ampia consente di mettere a tacere le piccole o grandi paranoie da viaggiatore, imbarcarsi per ultimi può dare vantaggi apparentemente sottovalutati dai più. A parte nei casi in cui il volo sia stipato come la borsa termica di una famiglia del sud che va in spiaggia il 15 di agosto, gli ultimi a imbarcarsi avranno maggiori possibilità di trovare un posto con un sedile libero di fianco, da utilizzare per rendere un po’ più comoda la permanenza sull’aereo. Perché non dimentichiamoci che la gran parte dei viaggi in aereo si passa seduti in poltrona, a strettissimo contatto con il passeggero di fianco, con il suo gomito e tutto quello che vi viene in mente pensando alle più brutte esperienze capitatevi finora. A meno che dunque non siate trascinati dal flusso della paranoia, fate un tentativo e chissà che il vostro prossimo viaggio non sia un pochino più rilassante.

Scelta del posto migliore in aereo

SI PUO’ EVITARE IL BAMBINO CHE PIANGE PER TUTTO IL VIAGGIO? Questo consiglio non vale naturalmente per la mamma o il papà del suddetto. Ma per te che ami i bambini ma potendo scegliere non ti faresti sei ore di fianco a uno di loro in preda a pianti ininterrotti, c’è una via di salvezza? Forse una c’è: evita di sederti di fianco alle paratie dell’aereo. Queste zone, che pure hanno il vantaggio di consentire qualche centimetro in più per gli spostamenti delle gambe o per non vedersi reclinare il sedile direttamente in grembo dalla fila anteriore, sono anche quelle deputate a ospitare le cullette dei bimbi sotto l’anno di età, proprio in virtù del maggiore spazio. Quindi gambe un po’ più strette o orecchie a pezzi? A voi la scelta!

MEGLIO SEDERSI AVANTI O DIETRO? Qui lo scenario si fa più soggettivo, vista la moltiplicata quantità di variabili. Se avete paura del volo sapete che nella parte anteriore dell’aeromobile si tendono ad avvertire un po’ meno gli effetti di decollo e atterraggio, e delle turbolenze in genere. E che si scende prima degli altri. Ma quello che forse non molti sanno è che sedere nella parte posteriore dell’aereo presenta un paio di vantaggi: uno molto pratico, l’altro che farà felici scaramantici cronici e amanti delle statistiche. Nel primo caso, le hostess confermano che il servizio è sempre migliore nella parte posteriore dell’aereo. Questo perché il servizio richiesto dalle file anteriori, dal cuscino al drink fino agli auricolari per la musica, viene spesso imitato da altri passeggeri lungo la fila, costringendo le stesse a ripercorrere più volte il percorso. Stando nei sedili posteriori avrete certamente un’attenzione maggiore e più delicata, senza doversi ricordare lo sguardo scocciato dell’assistente di volo. Poi, e qui veniamo alla statistica nuda e cruda e incrociamo le dita nel dirvelo: i passeggeri seduti in coda all’aereo hanno più probabilità di sopravvivere in caso di incidenti. Ecco, l’abbiamo detto!

Scelta del posto migliore in aereo

E’ UTILE ARRIVARE PREPARATI? In questo caso la risposta è si. Per tutti. Prima di arrivare al gate avete infiniti modi per sapere che cosa vi aspetta, e spesso è utile per non dover improvvisare tutto all’ultimo momento, col rischio di non vedere soddisfatte le vostre aspettative. Fate una lista delle vostre priorità, dalla vicinanza con la presa elettrica fino al piacere di stare o meno vicino al finestrino, e vedrete che avendo tutto sott’occhio, come al supermercato, non correrete il rischio di scegliere il posto sbagliato. Scegliete con cura la compagnia aerea, controllando i servizi che offre, e se volete sapere tutto a proposito dell’aeromobile che vi ospiterà e della disposizione dei posti usate applicazioni come SeatGuru, sorta di radiografie dei voli di linea. Prenotate il posto per sentirvi più tranquilli, e non dimenticate di arrivare in aeroporto con un sufficiente anticipo, per evitare che poi quel posto sia assegnato ad altro passeggero. E valutate nel caso di iscrivervi a qualche programma di fidelizzazione delle varie compagnie, specie se volate più volte con una stessa compagnia, così da poter essere “coccolati” un pizzico in più.

Scelta del posto migliore in aereo

GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO? Chiudiamo con un consiglio vecchio, ma che potrebbe tornare utile a quanti di voi viaggiassero in coppia. All’atto della prenotazione, per tentare di riservarvi un viaggio un po’ più intimo, senza un terzo che potrebbe rivelarsi incomodo, bloccate un posto al finestrino e uno di fianco al corridoio, lasciando libero il posto centrale. Questa tecnica potrebbe rivelarsi vincente, soprattutto qualora il volo non fosse eccessivamente stipato. Potete provare a usare la tecnica anche in caso di volo low cost senza prenotazione dei posti, a patto di avere la prontezza di mettervi bene d’accordo per il cambio di posto con l’eventuale passeggero solitario che avesse comunque deciso di sedersi tra di voi. Pena il dover passare tutto il viaggio separati, e lì addio intimità!

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *