Bagaglio a mano, consigli utili per evitare brutte sorprese

Si dice che le misure contino, ma anche il peso ha la sua importanza, in particolare quando si sta parlando di bagaglio a mano. Una vera e propria ossessione per molti viaggiatori, costretti ad armarsi di righello e bilancia nella fase di preparazione del bagaglio, e a recarsi alla sportello dell’imbarco col dubbio di non essere comunque perfettamente in regola. Anche perché il prezzo da pagare per un errore anche di poco conto può annullare il beneficio, ad esempio, di aver effettuato una prenotazione su un volo low cost. O farvi iniziare la vacanza nel peggiore dei modi.

LA STORIA DI MATT. Cosa che non è successa al giovane Matt Botten, passeggero easyJet che un paio di giorni fa ha messo in scena un fuori programma divertente all’aeroporto di Gatwick, per evitare appunto il pagamento delle 45 sterline dovute a causa di un errore nelle misure del suo bagaglio a mano. Matt ci ha pensato su, e nel giro di una mezz’ora si è ripresentato al desk con indosso tutto quello che aveva portato nella valigia: sei strati di felpe e pullover, quattro di pantaloni, tre paia di calzini e due di scarpe (una nelle tasche). E, nonostante gli occhi fuori dalle orbite, per il personale non c’è stata altra via che quella di lasciarlo imbarcare. Ora la questione è rimandata al momento del ritorno dal viaggio in Islanda, quando Matt dovrà ripetere l’impresa di indossare tutti i vestiti, che per l’occasione saranno anche stati usati nel corso della vacanza… per la gioia dei suoi vicini di posto!

MATT BOTTEN

MATT BOTTEN

LE REGOLE GENERALI. Insomma, se non vi sentite determinati a resistere a tutti i costi, come il buon Matt, allora è conveniente tenere presenti alcune cosette, prima di raggiungere il desk dell’aeroporto con il proprio bagaglio a mano. Sul sito dell’Enac, l’intera questione è liquidata con una breve frase: “È consentito portare in cabina un solo bagaglio a mano, la cui somma delle dimensioni non superi complessivamente 115 cm”. Si specifica poi: “Al passeggero è consentito inoltre, salvo particolari restrizioni della compagnia aerea, portare con sé a bordo ulteriori articoli”, con conseguente lista dei suddetti articoli. Ma la faccenda è ben più complicata, visto che ogni compagnia ha la sua politica, e non c’è omogeneità per ciò che riguarda dimensioni, peso e eventuali altri oggetti consentiti a bordo insieme al bagaglio a mano.

La distribuzione di quei 115 cm può infatti cambiare le carte in tavola, e quel bagaglio a mano che andava bene per una compagnia può non andare per un’altra. Alcune compagnie sono poi molto fiscali sul peso del bagaglio, senza tollerare eccedenze anche minime, mentre altre lasciano un margine di errore al passeggero. Alcune compagnie, infine, consentono di portare in cabina una borsa aggiuntiva, o un laptop, mentre in altri casi è meglio perdere un po’ di tempo e verificare se ciò sia effettivamente possibile. In linea generale, vista la difformità di trattamento da compagnia a compagnia, prima di preparare le valigie è sempre bene dare un’occhiata alla pagina relativa ai bagagli a mano, pena il rischio di ritrovarsi a dover pagare un sovrapprezzo per l’imbarco del bagaglio in stiva.

Foto dell'utente flickr William Cho

Foto dell’utente flickr William Cho

COME SI COMPORTANO LE COMPAGNIE?
Una carrellata di alcune delle principali compagnie operanti in Italia.

Ryanair specifica che: “È possibile portare un bagaglio a mano con peso massimo di 10 kg e dimensioni massime di 55 x 40 x 20 cm, più una borsa piccola fino a 35 x 20 x 20 cm per passeggero”, e se non ci fosse più spazio a bordo i bagagli rimanenti “saranno trasportati a titolo gratuito nella stiva dell’aereo”.

Alitalia consente di “portare in cabina un solo bagaglio a mano del peso massimo di 8 kg che, comprese maniglie, tasche laterali e rotelle, non superi le seguenti dimensioni: 55 cm di altezza, 35 cm di larghezza e 25 cm di spessore”. In aggiunta, ci si può imbarcare con un accessorio a scelta tra borsa portadocumenti, laptop o borsetta da donna.

EasyJet consente: “Un solo bagaglio a mano di dimensioni non superiori a 56 x 45 x 25 cm, maniglie e ruote comprese”. Quindi aggiunge che: “I titolari della carta easyJet Plus, di un biglietto easyJet FLEXI e i passeggeri che hanno acquistato un biglietto easyJet con posto nelle prime file o con più spazio per le gambe sono autorizzati a portare un ulteriore piccolo bagaglio (borsa/PC) di dimensioni massime 45 x 36 x 20 cm adatto per essere posizionato sotto il sedile”. Nessuna restrizione invece per ciò che riguarda il peso del bagaglio a mano.

Meridiana si comporta in questo modo: “È consentito trasportare in cabina un solo bagaglio le cui dimensioni non devono superare cm. 55 x 40 x 20 ed il peso di Kg. 8. Inoltre in cabina è permesso trasportare un accessorio personale (borsetta o borsa porta documenti, marsupi e borsa porta laptop /tablet) in aggiunta al previsto bagaglio a mano”.

Iberia ammette a bordo bagagli a mano dalle dimensioni massime di 56x45x25 cm. Manico, tasche e ruote sono inclusi nelle dimensioni. Una borsa da signora o una valigetta, un laptop o una macchina fotografica saranno ammessi oltre al bagaglio a mano.

Vueling ammette a bordo il bagaglio a mano “purché si tratti di un unico collo del peso massimo di 10 kg e dimensioni non superiori a 55x40x20 cm”. E specifica che: “Se le dimensioni o il peso del tuo bagaglio eccedono il limite consentito, dovrai registrarlo pagando un supplemento di 35 € euro a tratta e bagaglio”.

Insomma, ancora una volta il consiglio migliore è quello di viaggiare informati, per evitare brutte sorprese. E se proprio si mettesse male, potete sempre tentare una soluzione alla Matt!

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *