Città europee Made in China

Uno degli stereotipi più in voga, quando si parla di merce made in China, è quello di considerarla nel migliore dei casi come un’imitazione riuscita così così di un qualche prodotto originale. Ma se abbiamo tutti fatto l’abitudine ai marchi riprodotti sulle borse e ai capi di abbigliamento, quanti sapevano che ad essere copiati sono anche gli scenari urbani, e che esistono alcune città cinesi che sono state costruite a immagine e somiglianza di alcune città europee?

Buona parte di esse è frutto di un progetto dei primi anni Duemila, quando venne avanzata la proposta di costruire 9 centri urbani nei dintorni di Shangai, concepiti per attirare ricchi residenti. I progetti erano stati messi in mano a un manipolo di architetti stranieri, così da garantire l’effetto finale. Che è stato quello di creare complessi urbani capaci di colpire per la loro stravaganza, ma che nella maggior parte dei casi, invece di attirare nuovi residenti, si sono trasformati in location per le foto dei matrimoni e in luoghi da visitare per i turisti, incuriositi ad esempio da Gaoqiao, un tipico villaggio olandese che sorge a Pudong, Shangai.

Holland Town - foto dell'utente flickr Drew Bates

Holland Town – foto dell’utente flickr Drew Bates

O dalla riproduzione dell’austriaca Hallstatt ad opera degli artisti Sebastian Acker e Phil Thompson. La versione falsa del sito Patrimonio dell’UNESCO è completa di un lago artificiale e di colombe importate per l’occasione. Le case, che sono le stesse identiche di quelle del villaggio alpino, hanno sorpreso e sconvolto i veri abitanti di Hallstatt.

Halstatt in China Photo by: Matthew Niederhauser

Halstatt in China Photo by: Matthew Niederhauser

Che dire poi della finta Parigi?

Parigi in Cina

Parigi in Cina

O della più conosciuta tra queste città-replica, ovvero l’inglese Thames Town, con i suoi edifici stile Tudor, le cabine telefoniche rosse e anche una statua in bronzo di Winston Churchill?

Thames Town - foto dell'utente flickr Marc van der Chijs

Thames Town – foto dell’utente flickr Marc van der Chijs

Per i più campanilisti c’è anche Breeza, città progettata da un italiano che si distacca però dalle altre repliche per il fatto di non ricordare direttamente nessuna città. In questo caso il tentativo è stato quello di ricreare più che altro una sorta di vaga atmosfera europea. A voi il giudizio finale.

Breeza Italia in Cina - foto dell'utente flickr Drew Bates

Breeza Italia in Cina – foto dell’utente flickr Drew Bates

Luoghi fantasma nella maggior parte dei casi, queste città Made in China, capaci però di attirare l’attenzione dei turisti che non si aspettavano di vedere la torre Eiffel sullo sfondo di una passeggiata a Tianducheng

Parigi in Cina

Parigi in Cina

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *