Hotel ecosostenibili, l’importanza della comunicazione

“Più di un italiano su 3 (34%) ha in programma di optare per scelte di viaggio eco-responsabili nei prossimi mesi. Un trend in crescita rispetto allo scorso anno, quando poco più 1 viaggiatore su 4 (26%) ha dichiarato di aver prestato attenzione all’ambiente durante i propri viaggi”. Stando alle parole di TripAdvisor, che ha appena pubblicato la sua classifica delle strutture eco-friendly italiane, non c’è alcun dubbio: ai turisti del nostro paese piace farlo responsabilmente, in maniera eco-sostenibile. Ma sarà vero, ci siamo intanto chiesti, e in che modo si potrà sfruttare al meglio questo trend?

HOTEL ECOSOSTENIBILI

Sbirciando in rete si scopre che l’ondata ecosostenibile è effettivamente un processo in atto nella dinamica delle scelte del turista, in tutto il mondo, ma che ancora non rappresenta un elemento dirimente. Come succede ad esempio se si prende il prezzo come parametro di riferimento. Un recente studio della Cornell University lo conferma: mentre più della metà del campione si orienta nella scelta dell’hotel tra prezzo e comodità della sistemazione, meno dell’1% dichiara (anche se nel periodo di tempo che va dal 2006 al 2011, c’è da sottolinearlo) di scegliere un albergo per le sue buone pratiche ecosostenibili.

Piantina in hotel - foto dell'utente flickr Walter Schärer

Piantina in hotel – foto dell’utente flickr Walter Schärer

Guardando però al coinvolgimento del turista nelle attività green proposte dall’hotel, il dato della stessa ricerca che vuole oltre il 70% degli intervistati coinvolti positivamente deve far pensare. Nessun problema per gli asciugamani da riutilizzare o per i dosatori per l’acqua che riducono i flussi di erogazione dei rubinetti, con gli utenti che esprimono il loro favore per esperimenti di questo tipo, portati avanti in nome del rispetto ambientale. Elementi dunque che aumentano la percezione positiva del turista rispetto al luogo, ma che non hanno ancora un impatto effettivo sul numero di prenotazioni nelle strutture ricettive, si potrebbe concludere.

Doccia eco-friendly - foto dell'utente flickr edkohler

Doccia eco-friendly – foto dell’utente flickr edkohler

A questo punto la questione si sposta interamente sulla capacità di comunicazione della struttura, che se vuole sfruttare a livello di immagine le sue pratiche virtuose, dovrà fare in modo di comunicarlo adeguatamente alla sua clientela reale e potenziale. Non per aspettarsi un ritorno economico diretto, che abbiamo visto essere ancora difficile, a meno di non intercettare una nicchia particolarmente sensibile all’argomento, quanto piuttosto per far sapere alla clientela quali e quanti sforzi si stiano facendo per ridurre i consumi e l’impatto conseguente sul territorio. Una questione che certamente interessa tutti, e coinvolge nello stesso tempo. Ecco che gli investimenti fatti in tema di sostenibilità ambientale avranno un ritorno che, per ora, non è direttamente economico, ma che può incidere, e bene, sulla reputazione dell’albergo. E se è vero che un’altissima percentuale di turisti prenota in rete dopo aver misurato la soddisfazione dei clienti che hanno già fatto la stessa esperienza, è un aspetto da non sottovalutare.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *