Escursioni nella parte sud della costa tirrenica calabrese

Il nostro tour della parte sud della costa tirrenica calabrese inizia a Pizzo Calabro per un giro tra i vicoli e una visita al Castello Aragonese, prima di una meritata sosta per assaporare il celebre tartufo. E spostandoci da questo luogo ricco di storia, dove un tempo fiorivano così le attività marinare come quelle legate alla produzione artigianale, di nuovo verso il mare, d’obbligo una tappa alla chiesetta di Piedigrotta o come, più comunemente la chiamano i Pizzitani, alla “Madonnella”. Una volta discesa la scalinata, alle spalle della spiaggia si trova una grotta scavata nella roccia, dove le stalagmiti sono state scolpite e trasformate in statue.

Dal porto di Vibo Valentia è possibile imbarcarsi alla volta delle Eolie, per una mini-crociera tra Vulcano, Lipari e Stromboli, mentre bisogna percorrere ancora qualche chilometro in direzione sud per avvicinarsi a uno dei centri turistici più rinomati della zona: Tropea. Qui, oltre alle tracce anche molto antiche della vitalità di questi luoghi nel corso della storia, ci si può fermare per godere di un mare splendido, più volte riconosciuto come tra i più belli d’Italia. Le strette stradine accolgono e proteggono chiese e palazzi nobiliari, così come piazzette a strapiombo sul mare, che fanno di Tropea uno dei centri più interessanti da visitare. E se l’accoglienza hawaiana prevede una collana di fiori al collo del turista, preparatevi a portarne una di dolci e giganti cipolle rosse, prodotto tipico della zona di Tropea.

Tropea - foto dell'utente flickr simo0082

Tropea – foto dell’utente flickr simo0082

Ancora qualche chilometro verso sud ed eccoci nella zona più volte selezionata come “destinazione dell’anno” dagli amanti del mare. Parliamo ovviamente di Capo Vaticano e delle sue spiagge di sabbia finissima, protette alle spalle da un’alta costiera rocciosa. Qui, dove la natura ha ancora un ruolo dominante e nel mese di agosto trovare un angolo dove poggiare il proprio asciugamano può essere un’impresa, basterà indossare una maschera per assaporare tutta la bellezza degli splendidi fondali marini. Non per niente siamo in quel tratto di costa conosciuta come “Costa degli Dei”, indicata da più parti come uno dei luoghi più suggestivi da visitare.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *