Escursioni sulla costa ionica calabrese

La costa ionica calabrese è ricca di punti di interesse dove fermarsi, in particolare per quel che riguarda le spiagge. Attraversando la Calabria e puntando verso Catanzaro, percorrendo qualche chilometro verso nord si incontra il promontorio di Isola di Capo Rizzuto, dove godere dell’Area Marina Protetta e delle spiagge di sabbia rossa finissima. Qui il suolo è ricco di argilla, tanto che si vengono a creare delle pozze argillose in cui è possibile fare il bagno o dove ci si può spalmare addosso il benefico fango. La spiaggia di San Paolo, rossa e sabbiosa, e quella delle Fratte sono due esempi tipici di questo tratto del litorale ionico. Che si contraddistingue per il mare limpido e le spiagge ampie e sabbiose, tanto che anche nei periodi più affollati non è difficile ricavarsi il proprio angolo di paradiso.

Un’escursione classica è quella destinata alla visita del castello aragonese di Le Castella, ovvero dei resti di un insediamento molto antico che si protendeva verso il mare e che serviva come avamposto di protezione per gli attacchi provenienti dal mare. E una volta assaporato tutto il gusto della storia, ecco che una visita alla vicina spiaggia di Sovereto, che ha alle spalle una fitta pineta, chiamata il Bosco di Sovereto, può rappresentare un buon modo di assaporare il gusto di un territorio intatto, sia per quel che riguarda la vegetazione costiera sia per la macchia mediterranea alle spalle. La spiaggia di Sovereto si trova a metà tra Punta Le Castella e Capo Piccolo.

Le Castella - foto dell'utente flickr l o r e n a

Le Castella – foto dell’utente flickr l o r e n a

Procedendo poi verso sud lungo la costa ionica calabrese, c’è solo l’imbarazzo della scelta nel selezionare i punti dove fermarsi per conoscere spaccati di territorio che hanno nel mare cristallino e nelle belle spiagge i loro punti di forza principali. Se viaggiate con la famiglia lasciate giocare i bambini sulla spiaggia di Botricello, oppure spingetevi fino al Lido di Pietragrande, dove oltre a una nuotata nelle acque limpide è possibile trovare strutture attrezzate per l’intrattenimento dei più piccoli. Qui, vista la bellezza e varietà dei fondali, non mancano nemmeno le possibilità di organizzare un’immersione subacquea come si deve. Da segnalare anche altre due località nei pressi di Pietragrande: la spiaggia di Copanello, con l’alta scogliera su cui sorge il paese che si protende fino al mare, e quella di Caminia, con la lunga spiaggia incastonata tra le rocce. Non lontane infine le Vasche di Cassiodoro, dove gli antichi romani allevavano le murene.

Ancora più a sud si arriva a quella che viene definita “la perla dello Jonio”, ovvero Soverato. Qui le strutture turistiche offrono al visitatore, oltre alle bellezze naturali del territorio, tanti modi per divertirsi, in particolare per la fascia di età più giovane. Il clima gradevole e le spiagge di sassolini finissimi fanno il resto, e confermano la località come una delle preferite dai turisti di tutto il mondo, che ne apprezzano sia le memorie dell’antico passato sia la vivacità odierna, fatta insieme di una buona capacità ricettiva e ricreativa e di una sostanziosa offerta culturale.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *