Un viaggio e un panino esplorando Berlino

foto da Flickr utente: dskley

foto da Flickr utente: dskley

Poche città al mondo sono riuscite a cambiare in pochi anni il loro aspetto e la loro immagine precepita come Berlino: non c’è solo un muro fisico che è crollato nella capitale tedesca, insieme a quei mattoni, nel corso degli anni, sono venuti giù tanti pregiudizi che assegnavano alla città una veste fredda, rigida, istituzionale, in una parola noiosa.

Niente di più lontano da quello che oggi offre, non solo ai turisti, ma anche a chi cerca un progetto di vita da iniziare e sviluppare. Se invece a Berlino capitate per qualche giorno, un programma giusto sarà indispensabile per non tornare a casa con l’ansia di non aver visto/fatto tutto quello che volevate. Una vacanza culturale? C’è un’intera “Isola dei Musei” dedicata a voi, che siate interessati ai reperti egizi, all’arte moderna o aquella contemporanea è tutto a portata di piede.

Non mancano altre proposte più particolari: dal museo della Stasi – in cui si racconta la vita dei berlinesi dell’est controllati dalla polizia politica – a quello dedicato alla vita nella DDR, oltre a quello del Currywurst – lo street food inventato qui, capace di tenere testa al doner kebab. Ma i musei di Berlino non sono limitati alla storia locale. Qui ha sede la più grande raccolta di memorabilia (con bar annesso) dedicata ai Ramones: il gruppo punk rock aveva in Germania una assidua pattuglia di fan, ancora oggi girando per le strade cittadine è facile qualcuno che indossi una tshirt con il logo della band.

Si può visitare la città alla guida delle vecchie Trabant, le utilitarie dell’est, mentre per dare uno sguardo a Berlino dall’alto, niente di meglio che salire sulla cupola di cristallo del Reichstag – attenzione, si prenota online con almeno due giorni di anticipo – o in cima alla Torre della Televisione. Se invece preferite restare nell’underground – anche musicale – il vostro tour dovrà prevedere una tappa al Berghain: all’interno di una ex centrale elettrica, il club è considerato uno dei punti di riferimento per chi ama la musica techno. Se invece ai sintetizzatori preferite le chitarre, un giro tra Kreuzberg e Neukolln potrà fornirvi diverse opportunità di partecipare a performance tutta energia.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *