Caramelle: a Marsiglia itinerario per golosi

Golosi di tutto il mondo: a Marsiglia itinerario per amanti delle caramelle golosi. Se andate nella cittadina francese, vi prego, fatemelo sapere! C’è un favore che dovete farmi assolutamente. E non si tratta di portarmi del sapone o una bottiglia di Pastis. Io a Marsiglia ci sono andato a novembre, è stata bella, mi è piaciuta (anche se di sera, come mi ha confidato un negoziante, d’inverno non c’è granché da fare, “it’s quite dead!” sono state le sue esatte parole) ma ancora mi cruccio per un clamoroso “liscio” durante la vacanza. È stato di quelli colossali, come quando vai a giocare a calcetto e ti scordi di mettere l’accappatoio in borsa.

Vi spiego: arrivo all’aeroporto e prendo la pratica navetta (ce n’è una ogni 10min) che in un attimo ti porta a Gare Saint Charles, la stazione di treni e autobus al centro di Marsiglia. E durante il tragitto vengo illuminato. Dall’autostrada una visione celestiale, perlomeno per me che adoro le caramelle. A Marsiglia c’è una fabbrica della Haribo con annesso shop. Mi sono sentito come il piccolo Charlie Bucket, il protagonista di “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”: anch’io avevo trovato il biglietto d’oro per visitare un luogo incantato…

Charlie Bucket (Willy Wonka and the Chocolate Factory)

Charlie Bucket (Willy Wonka and the Chocolate Factory)

Solo che tra un itinerario e l’altro, una scampagnata ad Aix-en-Provence e una sera allo stadio per vedere la partita di pallone (il nuovissimo Velodrome è fantastico, se potete andate ad assistere a una gara dell’Olympique Marsiglia, che tra l’altro quest’anno sta andando fortissimo in campionato) e soprattutto qualche Pastis di troppo (il liquore all’anice che producono da queste parti, ha 40 gradi e viene servito come aperitivo, mi spiego?) non mi succede che rimuovo completamente dalla testa la visione avuta in autobus? La botta tra capo e collo mi arriva quando mi avvio per il ritorno in Italia. Riprendo la pratica navetta e dal finestrino rivedo la fabbrica della Haribo…

Homer Simpson

Homer Simpson

Niente fabbrica, niente caramelle, DOH!

Il rimorso mi tormenta e così, una volta tornato in Italia, non faccio altro che peggiorare la situazione. Faccio un po’ di ricerche su internet e scopro che non solo la fabbrica era raggiungibilissima con i mezzi dal centro di Marsiglia (9 Boulevard Gay Lussac 13014 Marseille Francia) ma anche di più. Se mi fossi ricordato avrei avuto l’opportunità, cercando l’indirizzo sul web, di scoprire in tempo che oltre alla fabbrica, a Uzes, piccola cittadina a 150 km da Marsiglia, la Haribo ha aperto anche il – sentite come suona bene – “Musée du Bon Bon”.

Ecco, se andate a Marsiglia fatemi il piacere. Andate a visitare lo shop, o il museo delle caramelle. Almeno il mio biglietto d’oro non sarà andato sprecato.

Alessandro Giannace

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *